Sicofante

  S

/si·co·fàn·te/

Sostantivo maschile

SIGNIFICATO: Benché l’origine sia certa, non completamente è il suo significato. In origine, la versione più accreditata, porta a sostenere che il sicofante fosse colui che che denunciava l’esportazione di fichi in Grecia dall’Attica, che per ragioni alimentari era vietata. Altri ritengono, in maniera non troppo dissimile, che fosse colui che denunciava il furto dei frutti di alcuni alberi di fico considerati sacri. Per questo motivo, successivamente, il termine è stato adoperato per indicare l’accusatore di professione. Nel Diritto Attico, in effetti, il termine era adoperato per indicare tutti coloro che di propria iniziativa denunciavano alle autorità le violazioni di legge.

SINONIMI di sicofante: spia, calunniatore, delatore, spione, in gergo anche canarino, soffiatore, soffione.

Dal Greco: sykophantes, composto di sykon (fico) e (phainein) manifestare.

ESEMPI PRATICI di frasi con la parola sicofante:

Fu così, che incrociando i racconti di ognuno, gli abitanti del piccolo borgo conobbero la sua vera natura di sicofante, persona senza scrupoli che senza alcun rimorso fece nomi di poveri cittadini innocenti. Da quel momento, tutti si tennero alla larga.

Nel mentre che scendeva dall’albero, con la cesta piena di fichi, il sicofante lo vide e lo riconobbe, e subito corse ad avvertire le autorità.

Nessuno seppe mai chi fu il sicofante. Tuttavia la sua denuncia, per quanto anonima, aiutò a mettere fine ad anni di ingiustizie.