Nubile

  N

/nù·bi·le/

Aggettivo e sostantivo femminile

SIGNIFICATO: Nella lingua italiana il significato di nubile indica o si riferisce alla donna, o alla ragazza, che non è ancora sposata o maritata. Il plurale di donna nubile è donne nubili. Non esiste il maschile di nubile: il nome corrispondente per l’uomo non sposato è celibe. Nello stato civile è indicata come nubile una donna non sposata: sul documento d’identità lo stato è riportato come condizione nubile. Il termine nubile viene usato soprattutto per le pratiche burocratiche dove è necessario indicare lo stato civile, mentre nel linguaggio corrente è più difficile che venga utilizzato.

SINONIMI di nubile: signorina, zitella e single.

Signorina e zitella sono usate principalmente per deridere la persona o per ironizzare su una donna avanti con gli anni ma non ancora sposata e che, forse, non lo sarà più.
Oggi un termine moderno e molto usato socialmente, di derivazione anglosassone, è single che indica, oltre che la donna, anche l’uomo.

Etimologicamente nubile deriva dal latino nubĭlis (di ragazza in età di marito), nella forma verbale nubĕre (l’azione di maritarsi).

ESEMPI PRATICI di frasi con la parola nubile.

La mia amica ha tre figlie di cui la prima è nubile: è preoccupata per lei perché, essendo la maggiore non sposata, difficilmente troverà marito.

In tempi più antichi l’ultima figlia era destinata a rimanere nubile per accudire i genitori nella loro vecchiaia: le veniva vietata la libertà di potersi maritare.